MEDICINA ESTETICA

Biostimolazione

INTRODUZIONE

L’invecchiamento cutaneo, tanto il fisiologico quanto quello foto indotto, si manifesta con perdita d’idratazione profonda, rughe, iperpigmentazioni di vario tipo, alterazione della componente amorfa del derma.

NUOVI ORIZZONTI

I nuovi orientamenti in tema di rejuvenation determinano il superamento dei protocolli comunemente in uso. Le più recenti acquisizioni inducono ad approcci terapeutici combinati, in grado di aggiungere finalità molteplici e differenziate, con azioni specifiche di reidratazione profonda e di rivitalizzazione delle attività metaboliche e vascolari della struttura dermoepidermica.

Il recepimento di tali orientamenti ha portato alla strutturazione di un Programma Interattivo di Biorivitalizzazione di nuova generazione , in grado di garantire il raggiungimento di risultati sinora non rinscontrabili.
Questo protocollo prevede l’utilizzo di soluzioni iniettabili contenenti:
Acido Ialuronico
polinucleotidi

Tali componenti assicurano

Azione Idratante
Integrazione dell’ acido ialuronico in calo con ripristino di un adeguato e fisiologico livello di turgore

Stimolazione Fibroplastica
Aumento tanto del numero quanto dell’attività metabolica con reintegro, nel derma, dei diversi componenti autologhi fondamentali (GAG , glicoproteine, collagene, elastina, fibronectina, lamina, condronectina

Attività Angiogenetica
Aumento della vascolarizzazione locale, con conseguente accelerazione dell’ossigenzione distrettuale, grazie all’incremento, nella cute, del VEGF (Fattore di Crescita Endoteliale).

L’uso combinato dei due prodotti garantisce il raggiungimento di un pronunciato grado di contrasto al photoaging e, quindi , di un reale ed effettivo ringiovanimento cutaneo, grazie all’attivazione di specifiche funzioni:

Incremento dell’acido ialuronico endogeno con orientamento, nello spazio, di una notevole quantità di molecole d’acqua.

Intensa azione scavenger nei confronti dei radicali liberi;

stimolazione della funzionalità dei fibroblasti;

sollecitazione dell’angiogenesi capillare;

protezione nei confronti dei danni da radiazioni UV.

IL TRATTAMENTO

Prevede l’impiego sinergico , in fasi succesive, dei due prodotti. In una prima fase si procederà alla messa in moto di una intensa azione reidratante:

due infiltrazioni di acido ialuronico intervallate fra loro di quindici giorni (1 ogni 2 settimane); ottenuta l’adeguata e naturale idratazione, si passerà, in quinta settimana, all’innesto di polinucleotidi con la stessa cadenza : due infiltrazioni intervallate fra loro di 15 giorni (1 ogni 2 settimane).

I RICHIAMI

Terminato il ciclo completo previsto dal protocollo, per il mantenimento ottimale dei risultati sarà sufficiente fare dei richiami ogni tre mesi: una prima seduta con acido ialuronico, e poi, a distanza di 15 giorni, una seconda con polinucleotidi.

TECNICHE INIETTIVE

Lineare
Micro ponfi
Nappage

RACCOMANDAZIONI

E’ consigliabile non eseguire il trattamento, o i richiami successivi, se non sia passata almeno una settimana dall’ultima assunzione di anticoagulanti e/o antinfiammatori non stereo dici.

PRECAUZIONI

SI consiglia di operare in condizioni di asepsi, in quanto qualsiasi trattamento percutaneo può comportare rischi di infezione.

EFFETTI COLLATERALI

Entrambi i prodotti difficilmente manifestano la comparsa di reazioni associate al trauma iniettivo:
gonfiori, eritemi, ecchimosi. Tali eventuali fenomeni indesiderati si risolveranno, in ogni caso, spontaneamente nel corso delle successivo 24/48 ore.

CONTROINDICAZIONI

Donne in gravidanza o in allattamento. Bisogna evitare l’esecuzione di impianti in siti anatomici nei quali siano oresenti infezioni o processi infiammatori (acne attiva, herpes, …). Non possono essere escluse reazioni da ipersensibilità soggettiva.

Medicina estetica

Richiedi maggiori informazioni